Articoli Blog

L’arte dell’immaginazione

possibilità

Una delle cose che ci distinguono dal genere animale è l’arte di saper immaginare. Sia chiaro, anche il regno animale può farlo, ma ciò che lo differenzia nell’uomo è la capacità “di regia”. L’essere umano infatti è in grado di controllare, dirigere e orientare la propria immaginazione. E’ questa la chiave del nostro potenziale successo.

Come sempre accade nella vita, è importante valutare il punto di vista da cui si osservano le cose. Il grande potenziale dell’immaginazione dipende infatti da come viene utilizzata questa capacità affinché possa essere una risorsa e non un ostacolo.

A questo serve il Mental Coaching: imparare a gestire la nostra immaginazione affinché lavori a nostro favore e non contro di noi. Questo sarà fondamentale per iniziare il nostro percorso verso il raggiungimento degli obiettivi.
C’è una frase di Walt Disney che mi piace molto e che ormai è diventata il mio motto: ”Se puoi sognarlo puoi farlo”. Il segreto è tutto lì. Imparare a vedere nei minimi dettagli quello che vogliamo si realizzi. È il sognare ad occhi aperti… Provate a concentrarvi profondamente su quello che desiderate… per rendere tutto più realistico ed assaporare di più la sensazione, provate ad aggiungere alle immagini anche una nota audio come per esempio una voce, una musica, una risata, o un suono particolare e cercate di immaginare il tutto il più realisticamente possibile.

Essere il più possibile “dentro” l’immaginazione aiuta la nostra mente al raggiungimento dell’obiettivo perché fornisce una chiara indicazione al nostro corpo di dove vogliamo andare. Immaginatevi la mente come un generale e il corpo come un esercito: il generale parla all’esercito dandogli indicazioni precise sui prossimi movimenti e questo, in modo del tutto inconsapevole e all’oscuro delle strategie militari del capo, segue quello che viene detto senza fare domande, nel bene e nel male. Se il generale guiderà bene ci saranno delle possibilità di tornare a casa sani e salvi, se invece dovesse guidare male i soldati probabilmente non tornerebbero mai più.

Questo esempio era per farvi capire che accade la stessa cosa tra la nostra mente e il nostro corpo. Quando noi diamo l’impulso mentale per un’azione (come camminare, alzare un braccio, dire una parola) all’interno del cervello avviene una connessione tra le cellule, questo determina un percorso neurologico che poi viene “copiato e incollato” e trasmesso a tutta la colonna vertebrale quindi ai muscoli, ai legamenti e alle articolazioni attraverso il midollo spinale e il sistema nervoso. Il corpo si muove in conseguenza alle indicazioni che arrivano dal cervello perché prima abbiamo immaginato.

Per questo è fondamentale visualizzare con attenzione quello che noi vogliamo che si realizzi e non quello che temiamo che accada. Nel Coaching ci sono moltissime tecniche e strumenti che insegnano questo con risultati incredibili, specialmente nel coaching sportivo e con i bambini. Che sia nello sport o nella vita quotidiana, comunque il punto è sempre lo stesso: visualizzate quello che volete che accada… Se potete sognarlo, potete farlo.

Commenta

Clicca per pubblicare un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *